Chi è Lorenza Lei?

Chi è Lorenza Lei – Adnkronos Politica

Già, chi è questo Direttore Generale della RAI?

Adnkronos tra l’altro riporta che:

E’ stimata e benvoluta dal segretario di Stato Vaticano cardinale Tarcisio Bertone e benvoluta anche dal premier che ora confida di veder scemare le polemiche intorno a Viale Mazzini.

Poco dopo la sua nomina abbiamo la risoluzione del rapporto tra RAI2 e Santoro con l’addio quindi ad ANNOZERO.

Mi basta per decidere che “Lei” è l’ennesimo soldatino del Premier e l’alta considerazione di cui gode presso il Vaticano sottolinea solamente quanto in basso stia scivolando la Tv pubblica.

Sono amareggiato di essere costretto a pagare un canone per un servizio pessimo, al servizio del nano di turno e che peraltro è decisamente filo Vaticano.

Andrò a riflettere sul Wc….

Annunci

Chiesa:1 – Folklore:0

Eh si!

Mestamente bisogna rendere atto alla potenza della Chiesa. Forse possiamo più realisticamente rendere atto agli intrallazzi della Chiesa e/o delle varie associazioni e gruppi con cui si “diffonde”.

Dunque la notizia (grazie UAAR di esistere) è che la Chiesa è riuscita a far eliminare dal palinsesto in prima serata di Rai2 un “pericolo reale ed imminente” per l’equilibrio psicofisico del pubblico….è stato infatti eliminato l’OROSCOPO dopo le proteste dell’AIART la quale accusa di “fomentare la superstizione”.

Io vorrei venisse rimossa la messa della domenica da Rai1. Personalmente ritengo che:

  • Intristisca,
  • provochi stitichezza,
  • induca disfunzioni sessuali,
  • istighi pentimenti gratuiti,
  • per concludere è uno spazio di programmazione pagato con i soldi del pubblico (di chi paga il canone)

Quindi, non mi vergogno a dirlo, protesto contro l’uso criminoso, atto a pubblicizzare ed a promuovere una monarchia estera, della Tv pubblica. (Ogni riferimento a nani inventati od esistenti è da ritenersi puramente casuale. Anche perché io non ci credo, figuriamoci se è vero!)

Perché non possiamo essere con i “militanti”.

La premessa: a “Vieni via con me” ospiti di Fazio e Saviano sono Beppino Englaro e Mina Welby.

Conseguenza: le associazioni pro-vita pretendono di potere dire la loro nell’ultima puntata del programma record d’ascolti su Rai3. Il CDA si dice d’accordo, i conduttori fermamente si dicono contrari.

Personalmente sono dalla parte della coppia Fazio e Saviano. I casi di Welby ed Eluana Englaro, le loro tragiche sorti, dovrebbero servire come monito a chiunque in quanto hanno dimostrato come possa essere lesa e violata la dignità e la determinazione di persone che hanno già subito molto e che non si meritavano il disprezzo e gli attacchi strumentali di persone che valgono molto meno di loro.

Sforzandomi di dar credito alle associazioni pro-vita, cattoliche ed eventualmente non cattoliche…facendo finta che siano spinti da sani (a modo loro) principi e non da biechi secondi fini, quel che veramente fa la differenza è che nessuno, in nessun momento ed in nessuna maniera, vuole o vorrebbe imporre la morte ad una persona che trovandosi nella situazione di Welby voglia vivere. Così come nessuno imporrebbe ad una famiglia di staccare la spina ad un loro caro che si trovi nella situazione di Eluana.

In tutta onestà e franchezza…il contrario non è assolutamente vero.

Ma che ne è stato del diritto alla felicità ed ad una vita dignitosa? No. Loro lo trasformano nel trarre gioia e forza dalla sofferenza…si quella che deve subire il prossimo, per preferenza e comodità.

Questo è un altro motivo per non stare dalla parte dei “militanti”….da non generalizzare con “credenti praticanti” in quanto esserlo non implica l’obbligo di imporre i propri discutibili principi al prossimo.

Ricordo che da bambino a catechismo venivano criticati e scherniti i Testimoni Di Geova per la loro proverbiale modalità di far proselitismo insistendo ai citofoni…direi che il confronto non regge.

Or come ora si critica l’Islam insistendo sul fanatismo degli stati teocratici…siamo sicuri che il Vaticano non vorrebbe (nemmeno troppo intimamente) tornare a troneggiare e tiranneggiare su questa povera Italia che già ha non pochi problemi e sfortune?

Io mi auguro che Beppino Englaro, al quale va tutta la mia simpatia, riesca a ritrovare la felicità dopo questo incubo che è durato troppi anni. Un incubo che purtroppo non gli ha restituito sua figlia.

Mi auguro anche che Mina non abbia mai a pentirsi di aver assecondato l’intima e determinata volontà di Piergiorgio. Forse sarebbe ancora accanto a lei ma in una condizione che lui stesso ha più volte avuto modo di maledire.

Ciao Eluana, ciao Piergiorgio. Voglio permettermi di dirlo io: “Che la pace sia con voi”